Disturbi ormonali e rimedi Naturali

    In questo articolo quali sono i rimedi naturali per disturbi ormonali endocrini. In particolare avremo integratori per Ipofisi, Tiroide, Ovaie, Testicoli e Surreni.



    sistema endocrino

    Generalità del Sistema Endocrino

    Il sistema endocrino è una rete di ghiandole che producono e rilasciano nel flusso sanguigno delle sostanze chimiche chiamate ormoni. Gli ormoni hanno la funzione di messaggeri che dicono alle cellule cosa fare. Il nostro organismo utilizza gli ormoni per due tipi di comunicazione.
    Il primo tipo è per la comunicazione tra due ghiandole endocrine, dove una ghiandola rilascia un ormone che stimola un’altra ghiandola bersaglio a modificare i livelli di ormoni che sta rilasciando.
    Il secondo tipo è tra una ghiandola endocrina e un organo bersaglio, ad esempio quando il pancreas rilascia insulina che fa sì che le cellule muscolari e adipose assorbano il glucosio dal flusso sanguigno.

    Pertanto attraverso la sua attività il sistema endocrino controlla molte importanti funzioni dell’organismo: crescita, metabolismo, appetito, pubertà, fertilità. Il sistema endocrino influenza la capacità del corpo di trasformare le calorie in energia che alimenta cellule e organi, ma anche il battito cardiaco, lo sviluppo delle ossa e dei tessuti, etc. Le disfunzioni endocrine hanno un ruolo fondamentale nello sviluppo di malattie metaboliche come il diabete, malattie della tiroide, disturbi della crescita, disfunzioni sessuali e una serie di altri disturbi correlati agli ormoni.

    La Struttura del Sistema Endocrino e le sue Ghiandole

    Ogni ghiandola del sistema endocrino rilascia nel flusso sanguigno ormoni specifici. Questi ormoni viaggiano attraverso il sangue verso altre cellule o altre ghiandole ed aiutano a controllare o coordinare molti processi del corpo.
    Le principali ghiandole endocrine sono:

    – Ipotalamo: una parte del cervello limbico che sovrintende e governa le secrezioni della ghiandola pituitaria per rilasciare gli ormoni.disturbi ormonali
    – Ghiandola pineale: una ghiandola situata vicino al centro del cervello che, tra le altre funzioni, influenza il ritmo del sonno.
    – Ghiandola pituitaria: una ghiandola che si trova alla base del cervello dietro i seni nasali. Viene individuata come “regina delle ghiandole” perché influenza molte altre ghiandole, in particolare la tiroide. Disturbi alla ghiandola pituitaria possono influenzare la crescita ossea, i cicli mestruali nelle donne ed il rilascio di latte materno.

    -Tiroide: una ghiandola con 2 lobi a forma di farfalla nella parte anteriore del collo che controlla il metabolismo
    – Paratiroide: quattro minuscole ghiandole del collo che svolgono un ruolo nello sviluppo osseo.
    – Timo: una ghiandola nella parte superiore del torace che aiuta a sviluppare il sistema immunitario del corpo nelle prime fasi della vita.
    – Cellule delle isole del pancreas: le cellule del pancreas controllano il rilascio degli ormoni insulina e glucagone.
    – Ghiandole surrenali: due ghiandole che si trovano sopra i reni che rilasciano l’ormone cortisolo ed altri ormoni.
    – Ovaie: gli organi riproduttivi femminili che rilasciano ovuli e producono ormoni sessuali femminili.
    – Testicoli: le ghiandole riproduttive maschili che producono sperma e ormoni sessuali maschili.

    Il sistema endocrino funziona come un’orchestra dove ogni ghiandola suona il suo spartito musicale. Anche un minimo tentennamento della funzione per una o più di queste ghiandole può sconvolgere l’armonia necessaria a mantenere il delicato equilibrio ormonale dell’organismo. Gli ormoni, come abbiamo già detto, sono piccole molecole che vengono rilasciate nel flusso sanguigno dalle ghiandole del sistema endocrino. Gli ormoni includono cortisolo, ormoni tiroidei, insulina e glucagone, testosterone, estrogeno e progesterone, ossitocina, ormone della crescita e molti altri.
    disturbi ormonali

    Al fine di mantenere l’armonico funzionamento, fra le ghiandole endocrine esiste un sistema di feedback che aiuta a controllare l’equilibrio degli ormoni nel flusso sanguigno. Nel caso in cui un ormone circolante sia troppo o troppo poco, il sistema di feedback segnala alla ghiandola coinvolta di correggere il problema.

    I disturbi ormonali del Sistema Endocrino

    Ogni disturbo ormonale ha una propria serie di segni e sintomi. Questi segni e sintomi dipendono dal tipo di ormone secreto dalla ghiandola endocrina e dalle funzioni del corpo che l’ormone regola. Tuttavia, l’affaticamento e la debolezza sono sintomi comuni riscontrati in molti disturbi ormonali. Altri sintomi possono includere variazioni di peso, anormali fluttuazioni del livello di glucosio nel sangue, livelli di colesterolo anormali, cambiamenti di umore, ecc.

    Un disturbo ormonale è accertato come tale quando i livelli di ormoni circolanti nel flusso sanguigno sono fuori norma. Il medico allora si riferisce a delle analisi di laboratorio per capire come funziona una ghiandola endocrina. I disturbi ormonali vengono spesso trattati sostituendo un ormone che è carente o diminuendo i livelli di un ormone che sono eccessivi. Tuttavia, a volte la causa del disturbo può essere trattata chirurgicamente. Ad esempio, un tumore che coinvolge una ghiandola endocrina può essere rimosso.

    I disturbi ormonali si possono sostanzialmente raggruppare in tre categorie:
    – Malattie endocrine funzionali dove lo squilibrio ormonale è causato da una ghiandola che produce troppo (iper) o troppo poco (ipo) l’ormone specifico.
    – Malattie endocrine lesionali, in genere più gravi, dovute alla modificazione strutturale della ghiandola in conseguenza di noduli o tumori. Quasi sempre è alterata anche la funzione della ghiandola stessa
    – Malattie endocrine autoimmuni dove il sistema immunitario produce degli anticorpi verso i tessuti ghiandolari o gli ormoni di una specifica ghiandola. Quasi sempre è alterata anche la funzione della ghiandola stessa

    Vuoi saperne di più?
    Scopri come funziona la visita iridologica.

     

    Le cause dei disturbi ormonali del Sistema Endocrino

    I disturbi endocrini vengono solitamente diagnosticati dal medico dopo aver confrontato i segni fisici e la sintomatologia con gli esami del sangue che includono i livelli ormonali. In questo modo si può accertare un aumento oppure una diminuzione degli ormoni circolanti per riconoscere la presenza di un disturbo endocrino. Il sistema endocrino, come abbiamo già detto, funziona secondo il principio del sistema del feedback endocrino. Questo sistema di feedback comporta il bilanciamento dei livelli ormonali diminuendo o aumentando i livelli di alcuni ormoni specifici.

    La causa dei disturbi endocrini è solitamente un malfunzionamento a carico di questo sistema di feedback. Tuttavia le cause dei disturbi endocrini possono essere diverse. Di seguito elenchiamo alcune delle cause più diffuse:
    – Una malattia genetica (ipotiroidismo congenito)
    – Idiopatico (causa sconosciuta)
    – Infezioni
    – Cattive abitudini di vita
    – Lesione alla ghiandola endocrina
    – Tumore della ghiandola endocrina
    – Stress severi o prolungati
    – Cambiamenti nei fluidi del sangue
    – Squilibrio elettrolitico
    – La gravidanza può scatenare alcuni disturbi endocrini (tiroide e diabete )

    Disturbi ormonali: Integratori e rimedi

    Trattare la disfunzione di una o più ghiandole endocrine, anche se in modo naturale, ha bisogno sempre di una certa attenzione e perizia. Infatti il delicato equilibrio ghiandolare, con i suoi sistemi di feedback, potrebbe avere una reazione inaspettata. Non sono poche le ricerche come questa che riportano un danno alla funzione ghiandolare dopo trattamenti errati.

    Per questo motivo, nel trattamento dei disturbi ormonali, è sempre consigliabile avere la supervisione di un medico. Tuttavia le semplici disfunzioni possono essere efficacemente trattate con i rimedi naturali, tenendo sempre presente il delicato equilibrio ghiandolare endocrino. I rimedi naturali scelti per i disturbi ormonali dovranno più possibile avere proprietà regolatorie piuttosto che stimolanti. Gli oligoelementi catalitici, con il loro supporto enzimatico, sono in genere la prima scelta nel trattamento naturale dei disturbi ormonali. Inoltre gli oligoelementi possono essere opportunamente affiancati da estratti fitoterapici già sperimentati da tempo, oltre che da nutraceutici come le vitamine e gli aminoacidi.

    rimedi naturali per l'ipofisi

    Leggi i rimedi naturali per
    l’Ipofisi





    rimedi naturali per la tiroide

    Leggi i rimedi naturali per
    la Tiroide





    Ovaio Policistico

    Leggi i rimedi naturali per
    l’Ovaio Policistico





    rimedi naturali per insufficienza surrenali

    Leggi i rimedi naturali per
    Insufficienza surrenali





    aumentare il testosterone

    Leggi i rimedi naturali per
    aumentare il testosterone




    Il Pancreas: disturbi ormonali e rimedi

    pancreasQuando si parla di disturbi al Pancreas nella maggior parte dei casi ci si riferisce al Diabete. Il diabete è il disturbo endocrino più comune fra tutti. Esso si verifica quando le cellule del corpo diventano meno sensibili all’insulina oppure quando l’insulina viene prodotta dal pancreas in quantità minore. Questa situazione fa aumentare i livelli di zucchero nel sangue. Nel corso del tempo livelli alterati degli zuccheri nel sangue possono causare molti disturbi organici alcuni anche gravi. Vari sono i rimedi, anche in funzione delle diverse cause. Abbiamo trattato i disturbi del metabolismo glucidico, ovvero diabete, iperglicemia e resistenza insulinica, in questo articolo.
    Inoltre in questo ulteriore articolo puoi sapere quali sono i segni nell’iride per il dismetabolismo degli zuccheri.

    Vuoi saperne di più?
    Scopri come funziona la visita iridologica.

     
     

    Rimedi per la Salute ed il Benessere:

    – sui RIMEDI NATURALI – Come e perchè sceglierli

    – del SISTEMA NERVOSO (Ansia, Stress, Depressione, Etc.)
    – del SISTEMA IMMUNITARIO (Autoimmunità, Allergie, Ipoimmunità)
    – delle FUNZIONI RENALI (Acidosi Tissutale, Ritenzione Idrica, Etc.)
    – delle FUNZIONI METABOLICHE (Insulino-Resistenza, Zuccheri, Grassi, Etc.)
    – dell’APPARATO DIGERENTE (Disbiosi, Colite, Steatosi, Morbo di Crohn)
    – dell’APPARATO OSTEO-ARTICOLARE (Articolazioni, Tendini, Problemi Muscolari)



    Nelle pagine di questo sito web facciamo soltanto informazione.
    Le nozioni riportate NON sono da utilizzare
    per scopi diagnostici o terapeutici.
    Per qualsiasi diagnosi e/o trattamento di malattie rivolgersi
    al proprio medico e/o ad uno specialista.