Cordyceps proprietà benefiche

    In questo articolo tratteremo le proprietà curative del Cordyceps, un fungo medicinale con straordinari benefici per la salute.
    Il Cordyceps è un fungo utilizzato da tempo nella medicina tradizionale cinese (MTC). Alcune persone lo usano per cercare di aumentare l’energia e la forza, migliorare l’immunità, migliorare la funzione renale e migliorare la disfunzione sessuale. È stato anche usato per trattare la tosse e l’affaticamento. Il Cordyceps è noto come adattogeno, il che significa che può aiutare il corpo ad adattarsi allo stress.

    A cosa serve il Cordyceps?

    Ci sono molte varietà di funghi medicinali famosi per le loro promettenti capacità terapeutiche. Fra questi il genere Cordyceps attira particolarmente l’attenzione. Numerosi studi sulle diverse attività metaboliche di Cordyceps sono stati condotti sia in vitro che in vivo. Qui andremo a sottolineare l’importanza di usare il Cordyceps per il mantenimento della salute.

    Il fungo cordyceps è stato utilizzato a lungo nei paesi asiatici come elisir di sana e lunga vita. Più di 1500 anni fa, sull’Himalaya, in Tibet, i pastori locali notarono che il loro bestiame e le loro pecore diventavano molto più forti quando masticavano un particolare fungo, il Cordyceps sinensis
    Il Cordyceps ha una storia di uso medicinale che abbraccia millenni in alcune parti dell’Asia. Per oltre mille anni il Cordyceps sinensis è stato il “cibo ricostituente” più consumato in Asia ed in Cina in particolare.

    È un fungo entomopatogeno ad aspetto annuale che spesso cresce parassitaria su larve e pupe di lepidotteri di insetti e ragni. Vive normalmente sulla superficie delle pupe degli insetti negli inverni e porta alla formazione del corpo fruttifero in estate, giustificando il suo nome come “erba estiva-verme invernale”. Il Cordyceps sinensis è un fungo diventato estremamente raro nel suo habitat ed oggi, per la maggior parte, viene coltivato.

    Il costituente principale dell’estratto derivato da questo fungo comprende un nuovo biometabolita chiamato cordicepina (3′deossiadenosina) che ha attività antitumorali, antiossidanti e antinfiammatorie molto potenti. La cordicepina è la molecola responsabile della maggior parte degli effetti benefici del fungo cordyceps. Di seguito un breve elenco delle proprietà benefiche attribuite al cordyceps negli usi popolari:
    ● Antietà
    ● Tonifica il qi del Rene
    ● Tonico energetico maschile e femminile
    ● Rinforza il sistema immunitario
    ● Adattogeno

    Studi clinici hanno dimostrato che l’utilizzo del Cordyceps aumenta la disponibilità di energia sotto forma di ATP, rendendo più efficace l’utilizzo dell’ossigeno. Tale proprietà spiega il suo uso generale nel rafforzamento fisico e nello sviluppo di extra resistenza ed effetti anti-fatica.

    Benefici per la salute e proprietà curative del Cordyceps

    Cordyceps ed i suoi estratti hanno notevoli effetti benefici sulla salute, perchè potenzia l’azione sui sistemi epatico, renale, cardiovascolare, respiratorio, nervoso e sessuale. I benefici del Cordyceps sono soprattutto sul sistema immunitario, perchè ha dimostrato di avere attività antitumorali, antiossidanti, antinfiammatorie e antimicrobiche.

    Alcuni studi di laboratorio sono stati promettenti. Infatti nelle provette il Cordyceps sembra attivare le cellule immunitarie e per questo può aiutare il sistema immunitario a combattere alcuni virus e tumori. In almeno uno studio su larga scala, il Cordyceps ha abbassato i livelli di creatinina nelle persone con malattia renale cronica e, in altri, ha avuto l’effetto di proteggere i reni dai farmaci tossici, dalle complicanze del diabete e dal rigetto dei trapianti. Potrebbe anche abbassare i livelli di zucchero nel sangue.
    L’uso del Cordyceps è associato ai seguenti benefici:

    – Antiossidante;
    – Aumenta l’energia e l’ossigenazione muscolare;
    – Allevia la stanchezza;
    – Tonico sessuale;
    – Allevia i sintomi di molte malattie respiratorie;
    – Mantiene livelli sani di colesterolo;
    – Migliora la circolazione;
    – Migliora le funzioni epatiche;
    – Modula il sistema immunitario;
    – Riduce la secrezione delle molecole proinfiammatorie IL-1 e IL-6

    Il Cordyceps può anche:
    – Alleviare la fatica
    – Migliorare l’utilizzo l’ossigeno durante l’attività fisica
    – Distruggere le cellule tumorali
    – Ridurre la perdita ossea
    – Stabilizzare il battito cardiaco
    – Abbassare i trigliceridi, il colesterolo totale, le lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) e le lipoproteine ​​a densità molto bassa (VLDL)

    7 Benefici del Cordyceps

    Elenchiamo i seguenti 7 indiscussi benefici del Cordyceps
    – 1) Aumenta l’efficienza del sistema immunitario
    – 2) Previene le difficoltà respiratorie e riduce la fatica
    – 3) Ringiovanisce la pelle e riduce le macchie dell’età
    – 4) Dona sollievo in caso di asma e bronchite cronica
    – 5) Regola i livelli del colesterolo e della glicemia
    – 6) Aiuta a prevenire l’aritmia ed i disturbi cardiaci
    – 7) Disintossica il corpo e migliorare la salute dei reni

    Cordyceps

    Cordyceps in natura

    Generalmente, le specie Cordyceps si nutrono di larve di insetti e talvolta parassitano anche di insetti maturi. I cordyceps crescono su tutti i gruppi di insetti – grilli, scarafaggi, api, millepiedi, scarabei neri e formiche, per citarne alcuni. Sebbene esistano diverse specie note per il loro valore medico, solo alcune sono coltivate e le più popolari e conosciute sono C. sinensis e C. militaris

    Cordyceps

    Cordyceps in Coltura

    I corpi fruttiferi naturali di Cordyceps sono molto rari ed ormai assai costosi. Inoltre, le popolazioni naturali delle specie chiave di Cordyceps stanno diminuendo rapidamente a causa dell’eccessiva raccolta, richiamando la necessità di aumentare la coltivazione di Cordyceps in vitro utilizzando metodi artificiali. Attualmente la coltivazione del Cordyceps si è enormemente specializzata, determinando un alto rendimento di produzione. Tuttavia è soprattutto l’alto contenuto del principale componente attivo di Cordycepina che desta grande interesse per i prodotti reperibili in commercio.

    Come si assume il Cordyceps

    Per molti decenni, il fungo Cordyceps è stato difficile da ottenere, molto costoso e quindi poco utilizzato. Ancora oggi, i cordyceps selvatici restano assai difficili da trovare. Tuttavia gli scienziati hanno compreso il modo di riprodurli nei laboratori e nelle coltivazioni. In questo modo oggi il fungo cordyceps è ampiamente disponibili sul mercato.

    I Cordyceps si trovano principalmente sotto forma di capsule, polvere o compresse. Le capsule o le compresse possono essere un modo rapido e conveniente per assumere la dose giornaliera, mentre optare per la polvere di cordyceps può anche permetterti di sperimentare e aggiungere cordyceps ad alcune ricette in cucina. In tal senso, l’estratto e la polvere di Cordyceps vengono spesso aggiunti a bevande come tè, caffè, frullati e frullati, ma con un po’ di creatività, i potenziali usi del cordyceps sono illimitati.

    Il dosaggio del Cordyceps dipende dal motivo per cui viene utilizzato e anche dalla concentrazione dei principi attivi del prodotto prescelto. La dose giornaliera di 1.000-3.000 milligrammi di estratto di Cordyceps è stata usata nella maggior parte degli studi sugli esseri umani. Al dosaggio di 1-3 grammi al giorno non sono stati associati effetti collaterali e l’assunzione di Cordyceps non ha controindicazioni. In ogni caso è sempre consigliabile seguire il dosaggio indicato dal terapauta o quello indicato sulle confezioni.

    Assumere cordyceps a scopo curativo, magari per una malattia grave, richiede dosaggi di molto superiori a quelli consigliati ed efficaci per una normale prevenzione di malattie future. Anche per rinforzare il sistema immunitario, in mancanza di serie malattie, si ottengono buoni risultati da dosaggi bassi di cordyceps.

    Cordyceps per quanto tempo va assunto? Gli effetti benefici dell’assunzione di questo fungo medicinale possono essere osservati già dopo qualche giorno, se parliamo delle sue proprietà energizzanti, mentre sarà necessario consumere il cordyceps per alcuni mesi fino ad un anno per ottenere l’eventuale remissione di gravi malattie.

    Usi e benefici di Cordyceps per la salute

    Le specie di Cordyceps sono ampiamente studiate a causa della lista infinita di attività biologiche medicinali esercitate dai loro composti estratti come mostrato da alcuni esempi in nella Tabella 1 con vari valori medici e nutrizionali. Gli usi principali di Cordyceps sono noti nella vecchia medicina orientale per curare malattie respiratorie come asma e casi bronchiali, nonché per fornire energia al corpo e per aumentare il potere sessuale.

    Cordyceps benefici

    La ricerca moderna ora conferma l’efficienza di Cordyceps in molti altri campi. Una delle scoperte della ricerca moderna è stata la scoperta della cordycepina, un componente dalla forte attività antimicrobica contro quasi tutte le specie patogeni. Cordyceps ha mostrato una forte attività contro la tubercolosi e la leucemia umana, come dimostrato in molti studi clinici a livello internazionale.
    Inoltre Cordyceps ha dimostrato di essere efficace nell’aumentare la quantità massima di ossigeno e nel migliorare la funzione respiratoria.

    Esistono numerosi componenti come i deossinucleosidi prodotti da C. sinensis , come i composti 2 ′, 3 ′ desossiadenosina commercializzati con il nome commerciale ‘Didanosine’ negli Stati Uniti come farmaco per il trattamento dell’AIDS. Allo stesso modo, l’acido chinico derivato dalla Cordycepin (3 ′ deossiadenosina) presente in Cordyceps ha proprietà antivirali e antibatteriche. Numerosi studi hanno verificato i benefici di C. sinensis nel trattamento di disturbi del ritmo cardiaco come l’aritmia cardiaca e l’insufficienza cardiaca cronica.

    Le proprietà antitumorali della cordicepina

    Vari composti biologicamente attivi che esercitano un’attività antitumorale sono stati estratti da Cordyceps . La cordycepina ha un’attività antitumorale nelle cellule di melanoma B16. L’apoptosi indotta da cordycepina nella cellula tumorale di Leydig del topo in vitro. Inoltre, inibisce la proliferazione cellulare e l’ulteriore apoptosi del carcinoma del colon-retto umano utilizzando SW480 e SW620 in vitro. È stato scoperto che la Cordyceps militaris inibisce le cellule U937 coltivate in modo dose-dipendente e anche nel trattamento della leucemia umana.
    Cordyceps ha mostrato attività promettenti nell’inibire la crescita delle cellule tumorali e in alcuni casi potrebbe ridurre le dimensioni del tumore. Inoltre, alcune specie di Cordyceps hanno attività anti-leucemiche.

    Cordyceps abbassa la glicemia ed il colesterolo

    Si scopre che Cordyceps regola e riduce anche i livelli di zucchero nel sangue migliorando il metabolismo del glucosio. Inoltre, Cordyceps può aumentare la secrezione di glucokinase ed hexokinase che sono enzimi di regolazione del glucosio secreti dal fegato. I polisaccaridi sono gli attori chiave nel mostrare l’attività ipoglicemizzante di Cordyceps . L’ipercolesterolemia è un indicatore per l’alto rischio di attacco cardiovascolare. Molti studi hanno riportato il ruolo di C. sinensis nel ridurre il livello di colesterolo totale e il livello dei trigliceridi. Aiuta anche ad aumentare il rapporto tra colesterolo buono (colesterolo lipoproteico ad alta densità) e colesterolo cattivo (colesterolo lipoproteico a bassa densità).

    Miglioramento delle funzioni renali

    I risultati di alcuni studi clinici hanno dimostrato che la somministrazione di Cordyceps sinensis potrebbe migliorare significativamente la funzionalità renale e l’immunità generale dei pazienti che soffrono di insufficienza renale cronica. Il meccanismo dell’attività di potenziamento renale di Cordyceps è dovuto alla sua capacità di elevare i livelli di 17-chetosteroidi e 17-idrossicorticosteroidi nel corpo, proteggere l’attività della pompa di sodio delle cellule tubulari, accelerare la rigenerazione delle cellule tubulari e ridurre il contenuto di calcio in alcuni tessuti.

    Trattamento dei disturbi del fegato

    Cordyceps è universalmente coinvolto per le sue proprietà come trattamento di epatite cronica B e C. L’estratto di Cordyceps in combinazione con altri funghi medicinali in aggiunta al farmaco antivirale, è stato usato per il trattamento dell’epatite B. D’altro canto, il consumo giornaliero di Cordyceps ha migliorato le funzioni epatiche nei pazienti affetti da cirrosi postepatica.

    Cordyceps proprietà defatigante

    Cordyceps è stato usato da secoli come rimedio per debolezza e affaticamento da residenti che vivono nelle alte montagne del Tibet per dare loro l’energia che si ottiene aumentando l’ATP cellulare. Al giorno d’oggi, Cordyceps viene utilizzato dagli atleti per combattere la fatica e la debolezza e per aumentare la resistenza e migliorare i livelli di energia. Inoltre, i risultati degli studi clinici condotti su pazienti anziani con affaticamento cronico hanno indicato che il trattamento con C. sinensis ha comportato un miglioramento dell’affaticamento, aumentando la tolleranza al freddo.

    Cordyceps proprietà protettive di organi e ghiandole

    Cordyceps sinensis ha anche effetti evidenti su altri sistemi di organi. Ad esempio, nel sistema nervoso centrale, C. sinensis ha attività di raffreddamento, anticonvulsivanti e sedative. Per la respirazione, C. sinensis ha una forte attività rilassante sui bronchi, considerevolmente, e svolge anche un ruolo chiave nella contrazione della trachea causata dall’istamina. Ha anche un effetto anti-asmatico e previene l’enfisema polmonare. Per quanto riguarda il sistema endocrino, C. sinensis aumenta la secrezione di adrenalina e ha effetti come ormone maschile. I polisaccaridi estratti da Cordyceps possono aumentare il livello di corticosterone nel plasma.

    Cordyceps è usato nella medicina tradizionale da decenni per migliorare la fertilità negli uomini. Uno studio ha dimostrato l’effetto positivo dell’utilizzo del micelio di Cordyceps militaris sulla motilità degli spermatozoi, sulla morfologia, sulla produttività e sul potenziamento dell’attività sessuale. Inoltre, il consumo di Cordyceps ha comportato un miglioramento dei test di funzionalità epatica in pazienti affetti da cirrosi postepatica.

    Proprietà antinfiammatoria di Cordyceps

    In generale, la cordycepina è il metabolita responsabile dell’attività antinfiammatoria di molte specie di Cordyceps. Gli estratti etanolici del micelio e dei corpi fruttiferi di C. militaris hanno mostrato un effetto antinfiammatorio. D’altro canto, un estratto alcalino di C. militaris ha mostrato un potente effetto antinfiammatorio in vivo contro la nocicezione e la peritonite nei topi. L’adenosina è un altro composto esistente nelle specie Cordyceps con un ampio spettro di attività legate alla prevenzione di danni ai tessuti come proprietà antinfiammatorie.

    La frazione metanolica dei corpi fruttiferi di C. militaris ha esercitato un’attività antinfiammatoria derivante dalla presenza di cordicerebroside A, soyacerebroside I e glucocerebroside, che ha impedito l’accumulo della proteina iNOS pro-infiammatoria

    Proprietà antiossidanti ed anti invecchiamento

    La protezione contro i danni delle cellule da parte dei radicali liberi è una delle attività biologiche esercitate dagli estratti delle specie Cordyceps. Questa attività corrisponde alla azione benefica della frazione di polisaccaridi presenti. Reishi e Cordyceps usati insieme per sfruttare al massimo le potenti proprietà antiossidanti e antiaging, danno ottimi risultati.

    Impotenza e libido bassa? Prova il Cordyceps

    Il testosterone è un ormone sessuale legato alla libido sia negli uomini che nelle donne. Bassi livelli di testosterone circolante possono abbassare la libido e avere un impatto sulla salute sessuale negli uomini in diversi modi. Studi sugli animali suggeriscono che l’integrazione di Cordyceps può aiutare a sostenere livelli sani di testosterone riducendo la degradazione del testosterone e supportando potenzialmente la normale produzione di testosterone.

    Gli estratti del Cordyceps possono aiutare la resistenza sessuale
    A seconda dell’intensità dell’attività sessuale, il sesso può essere abbastanza impegnativo dal punto di vista fisico da essere considerato un’attività fisica di intensità moderata. Proprio come in altre forme di esercizio, la prestazione sessuale può essere influenzata dalla resistenza fisica. I funghi Cordyceps possono aiutare a migliorare la resistenza naturale.

    In questo studio del 2017, i ricercatori hanno scoperto che l’integrazione quotidiana di una miscela di funghi contenente funghi Cordyceps per un massimo di 3 settimane ha influenzato positivamente la tolleranza dei partecipanti all’esercizio ad alta intensità.
    Diversi fattori legati allo stile di vita e all’ambiente influiscono sulla salute sessuale. Concentrarsi su un’alimentazione sana, fare esercizio fisico regolare, dormire bene e ridurre l’esposizione alle tossine ambientali può supportare naturalmente la salute sessuale. Aggiungere un adattogeno come i funghi Cordyceps può dare un ulteriore supporto al benessere sessuale.

    Quali sono i composti bioattivi nei funghi medicinali?

    Vi sono diversi composti nei funghi medicinali responsabili delle loro straordinarie attività terapeutiche. Di seguito ne vediamo un elenco:

    – I polisaccaridi rappresentano i principali composti esistenti nei funghi medicinali e presentano attività antiossidanti, antitumorali, antidiabetici, antinfiammatori, antimicrobici e immunomodulatori. È stato riportato che i polisaccaridi del glucano, in particolare i β-glucani, mostrano attività antimicrobica, ipoglicemizzante e migliorano l’immunità attraverso l’attivazione ed il potenziamento dei macrofagi. I glucani biologicamente attivi sono stati estratti in precedenza dal micelio e dai corpi fruttiferi di molti funghi come Pholiota nameko, Caripia montagnei, Agaricus blazei murril. Altri glucani con attività biologica sono stati isolati da diversi funghi come Lentinula edodes conosciuto anche come Shiitake, il Pleurotus ostreatus, la Grifola frondosa (Maitake), il Ganoderma lucidum (Reishi).

    – I terpeni sono i composti invece responsabili delle attività antiossidanti, antitumorali e antinfiammatorie oltre molte altre attività biologiche esercitate dai funghi medicinali. I corpi fruttiferi e le spore del fungo Lingzhi o Reishi ( G. lucidum ) erano stati precedentemente segnalati come fonte di numerosi triterpeni come acidi ganoderici, acidi lucidenici e acidi triterpenici di tipo lanostano. D’altra parte, vari steroli e triterpeni come inotodiolo, acido trametenolico, ergosterolo ed ergosterolo perossido sono stati precedentemente isolati dal fungo chaga ( Inonotus obliquus ).

    – I composti fenolici sono responsabili delle attività antiossidanti negli estratti di funghi agendo come decompositori della perossidasi, inattivatori di metalli, sostanze che assorbono l’ossigeno o inibitori dei radicali liberi. I composti fenolici comprendono acidi fenolici, polifenoli ossidati, acidi idrossibenzoici, flavonoidi, tannini, acidi idrossicinnamici, stilbeni e lignani. Una lunga lista di composti fenolici è stata isolata dai funghi. Esempi sono il polifenolo, la miricetina, isolati dal Craterellus cornucopioides, il pirogallolo isolato dall’Agaricus bisporus, i derivati ​​di grifolina estratti dall’Albatrellus ovinus; ericenoni C, D, E, F, G, H isolati da Hericium erinaceus.

    Favorire il benessere con la prevenzione
    I funghi medicinali continuano a sorprenderci per le loro promettenti attività biologiche ed è in tal modo che ci incoraggiano a studiare i loro effetti in vitro e in vivo al fine di scoprire i loro potenti composti per vincere la guerra con le malattie potenzialmente letali che si stanno diffondendo.

    Cordyceps proprietà salutari

    Come scegliere il Cordyceps dall’Iride

    Ora vedremo quali sono i segni negli occhi che ci guidano verso l’uso del Cordyceps
    Abbiamo visto sopra come il fungo Cordyceps sia una attivatore energetico per tramite dell’ATP. La struttura iridologica più rappresentativa dell’ATP è l’Orlo Pupillare Interno. Nel caso di un O.P.I. Ipertrofico (ATP abbondante) potremmo addirittura sconsigliare Cordyceps. Per contro l’atrofia dell’O.P.I. trova piena indicazione nell’assuzione di Cordyceps.

    Cordyceps benefici

    Le proprietà tonificanti del Qi del Rene e sulla fertilità maschile possono trovare giovamento da quei soggetti che presentano segni di ipofunzione nel quadrante inferiore dell’iride. Infatti in quelle aree abbiamo il riflesso dell’apparato uro-genitale

    cordyceps

    Traduzione e libero adattamento dell’articolo pubblicato su Egyptian Pharmaceutical Journal:
    Funghi medicinali come nuova fonte di composti bioattivi terapeutici naturali
    Fonte originale sul web:
    VEDI FONTE ORIGINALE



    Vuoi saperne di più?
    Scopri come funziona la visita iridologica.



    Nelle pagine di questo sito web facciamo soltanto informazione.
    Le nozioni riportate NON sono da utilizzare
    per scopi diagnostici o terapeutici.
    Per qualsiasi diagnosi e/o trattamento di malattie rivolgersi
    al proprio medico e/o ad uno specialista.